Il volume sviluppa un’approfondita ricerca storica in riferimento ai fatti trascritti durante il conflitto da Settimio Damiani, marchigiano nativo di Acquaviva Picena. Il manoscritto, per anni rimasto sepolto tra foto ingiallite e ricordi di famiglia, solo recentemente venne consegnato dai nipoti, oggi cittadini americani, ad Alessandro Gualtieri che, con il direttore editoriale  del sito www.lagrandeguerra.net  Giovanni Dalle Fusine, ebbe l’idea di farne un libro. La pubblicazione ha comportato mesi di studio e indagini, portando a compimento un’esaustiva opera sulla realtà bellica patita da milioni di italiani.

DAL PIAVE ALLA PRIGIONIA

L'odissea del soldato Settimio Damiani

 

Nordpress

isbn 978-889-577-4-077

144 pagine

18,50 Euro

Aldilà degli errori ortografici, lasciati integralmente nel testo, l’opera di Settimio Damiani vanta innumerevoli pregi. Si evidenzia il carattere di cronaca nuda e cruda che il fante imprime al racconto; non si tratta di memorie postbelliche, egli è lì, alla guisa di un inviato speciale armato di penna e moschetto, che scrive a getto nell’immediato trascorrere degli accadimenti. 

 

Ne scaturisce uno spaccato della vita di trincea, le paure e le ansie della truppa, comandata da superiori spesso incapaci di gestire i subalterni, dove le strategie studiate a tavolino erano lontane dalla realtà che si presentava in battaglia. 

 

Toccante risulta il racconto che riguarda la prigionia patita dal Damiani, che solo a fine guerra potrà tornare al piccolo paesino in provincia di Ascoli, e quindi al lavoro abbandonato a Chicago, dove la sua famiglia oggi vive e prospera ben integrata con la realtà americana.

 

Del volume è disponibile anche l’edizione per il mercato statunitense e internazionale.

DISPONIBILE IN TUTTE LE MIGLIORI LIBRERIE E SU AMAZON.IT